Visor de contenido web Visor de contenido web

Banca Farma Factoring Publisher Banca Farma Factoring Publisher

Uno sguardo alla sanità: Europe 2016. Come si posiziona l'Italia?
13-07-2017


L'aspettativa di vita in Italia rimane la seconda più alta in Europa, dopo la Spagna. L'aspettativa di vita alla nascita ha raggiunto 83.2 anni nel 2014, maggiore di oltre due anni rispetto media pesata Europea (80.9 anni) . Uno dei fattori che ha contribuito alla crescita dell'aspettativa di vita in Italia è la buona qualità di assistenza sanitaria per condizioni potenzialmente letali. Health at a Glance: Europe 2016 mostra, per esempio, che il tasso di mortalità a seguito di un ricovero ospedaliero per infarti e ictus è significativamente ridotto in Italia, ed è fra i più bassi in UE nel 2013. Ci sono anche stati miglioramenti nella gestione di condizioni croniche come l'asma e l'insufficienza cardiaca congestizia, misurati dalla riduzione in ricoveri ospedalieri per le suddette condizioni negli ultimi anni. Questo indica una migliore gestione di tali condizioni nel settore di assistenza primaria (al di fuori degli ospedali) e un minor numero di complicazioni che richiedono il ricovero.

….. ma una percentuale in crescita della popolazione riporta esigenze sanitarie non soddisfatte

Il numero di esigenze di cure mediche e dentali non soddisfatte in Italia è cresciuto a partire dal 2009, nonostante la maggior parte della popolazione riporti esigenze sanitarie soddisfatte. La proporzione di persone che riportano esigenze insoddisfatte per esami medici per colpa di costi eccessivi, distanza geografica o tempi d'attesa è cresciuta dal 5% nel 2009 al 7% nel 2014. Questa proporzione è doppia per persone nel gruppo di reddito più basso (14%). La proporzione di persone che riporta esigenze non soddisfatte nell'assistenza dentale per gli stessi tre motivi è cresciuta dal 7% nel 2009 al 10% nel 2014, ed è anch'essa doppia per i più poveri (20%) . Ogni aumento delle esigenze non soddisfatte, in particolare fra i gruppi a basso reddito, può risultare in stati di salute peggiori e aumentare le disuguaglianze nella sanità.

Continua la lettura


Torna alle notizie