Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Banca Farma Factoring Publisher Banca Farma Factoring Publisher

Focus Eurostat, la popolazione cresce solo grazie agli immigrati
12-07-2016


Aumento della popolazione in diciassette Stati membri

Nel corso del 2015, la popolazione è aumentata in diciassette Stati membri dell'UE e diminuita in undici. 

L'incremento maggiore è stato osservato in Lussemburgo (23,3 per 1 000 abitanti), davanti a Austria (+ 14,4 ‰), Germania (+ 11,8 ‰), Malta (+ 11,7 ‰), Svezia (+ 10,6 ‰), Danimarca (+8,4 ‰) e in Belgio (+ 7.2 ‰). 

Al contrario, i cali più consistenti sono stati registrati in Lituania (-11,3 ‰), Lettonia (-8.7 ‰) e Croazia (-8,2 ‰), seguita da Bulgaria (-6.7 ‰), la Grecia (-6,0 ‰) e Romania (- 5.6 ‰). 

In totale, la popolazione dell'UE è aumentata di quasi 2 milioni di persone (+ 3,5 ‰) nel corso del 2015.

 

Germania, Francia e Regno Unito con più alto peso demografico

La Germania col 16,1% della popolazione totale dell'UE rappresenta lo Stato membro più popolato, davanti alla Francia (13,1%), il Regno Unito (12,8%), l'Italia (11,9%), la Spagna (9,1%) e Polonia (7,4%). Per gli altri Stati membri, nove hanno una quota compresa tra il 4% e il 1,5% della popolazione dell'UE e undici una quota inferiore a 1,5%.

Link quotidianosanita.it/allegati/allegato225230.pdf


Torna alle notizie